Basta degrado: riqualificare la "Cittadella dei balordi"


24 Jul
24Jul

Vagabondaggio, presenze poco raccomandabili e risse anche di notte: c’è una vera e propria “Cittadella dei balordi” lungo via Emilia Ovest, vicino alle scuole elementari Giovanni XVIII, composta da capannoni industriali inutilizzati che sono frequentati da senzatetto e tossicodipendenti. L'area versa nel degrado più totale ed è insalubre e pericolosa. Le Forze dell'ordine hanno fermato anche diversi clandestini. È quanto denunciano Luigia Santoro, Consigliere comunale della Lega Modena, e Andrea Molinari, consigliere di quartiere.

La questione è arrivata anche in Consiglio comunale grazie a una interrogazione nella quale la Lega chiede a Sindaco e Giunta, vista la presenza di numerose scuole in zona e la preoccupazione dei cittadini, se vi sia l'intenzione di intervenire sulla proprietà affinché la recinzione e le barriere siano ripristinate e se vi sia la volontà di migliorare il controllo sull'area, con l'impiego di telecamere e il potenziamento dei controlli delle Forze dell'ordine. La Lega chiede se sia prevista, infine, una riqualificazione urbana in tempi brevi e, in caso affermativo, a carico di chi e con quale destinazione.

“L’amministrazione comunale – attaccano Santoro e Molinari – è in forte ritardo nel dare un futuro a quest'area. Era stato ipotizzato di realizzarvi un supermercato, una pista ciclabile e un’area verde attrezzata con giochi per bambini. Invece ancora nulla di tutto ciò è stato fatto”.

Sulla copertura di quegli edifici c’erano persino 40 mq di eternit: nell'aprile di due anni un incendio colposo mise in pericolo la collettività, oltre che gli occupanti abusivi. La copertura ora è stata rimossa, dopo un esposto presentato dalla Lega di Modena e dall'Associazione Esposti Amianto, ma l'area continua ad essere degradata e le barriere che erano state lì poste sono state divelte e chiunque può entrare o uscire facilmente dagli edifici.


Segreteria Lega Modena