31 Mar

Per la seconda volta in tre anni il PD aumenta l'addizionale comunale IRPEF ai cittadini modenesi colpendo in pardicolare modo il ceto medio; la prima volta fu due anni fa quando l'amministrazione comunale aumentò l'Irpef in pieno lock down. 

Ancora una volta il PD per fare tornare i conti e mantenere lo status quo, anzichè riformare la spesa corrente, da un lato aumenta le tasse e, dall'altro lato, aumenta le multe ai cittadini modenesi noleggiando il safer traffic mobile. 

Mentre a livello nazionale, grazie al centrodestra, si riducono gli scaglioni Irpef e si aumentano gli assegni per i figli a carico, a livello locale il PD come al solito aumenta le tasse ai modenesi per mantenere il sistema di potere attuale. 

Tale aumento della tassazione locale, che viene fatto dal PD senza ascoltare le associazioni imprenditoriali e le famiglie, non farà altro che ridurre i consumi e rallentare una crescita economica sempre più fragile a causa della pandemia e della guerra. 


CAPOGRUPPO LEGA MODENA Alberto Bosi 

VICECAPOGRUPPO LEGA MODENA Giovanni Bertoldi