COMUNICATO STAMPA LEGA: PERICOLTURA, E' CRISI NERA A CAUSA DELLE GELATE, LEGA MODEA SOLLECITA AIUTI IMMEDIATI AGLI AGRICOLTORI


01 Jul

Le gelate della scorsa primavera hanno causato danni irreparabili ai pereti e messo in ginocchio gli agricoltori modenesi, il cui grido d’aiuto è stato raccolto dagli esponenti del gruppo consiliare della Lega 


“L’agricoltura modenese ed emiliana romagnola sta affrontando una crisi senza precedenti per quanto riguarda la coltivazione delle pere e noi della Lega non possiamo ignorare le richieste d’aiuto dei produttori: sono in ginocchio e ci sentiamo in dovere di sostenerli”. A parlare è il capogruppo di Lega Modena Alberto Bosi che ha espresso solidarietà e vicinanza ai nostri agricoltori.

“Dopo un marzo anomalo, con temperature al di sopra della media, le gelate di aprile hanno ridotto drasticamente i raccolti determinando un vero e proprio crollo nella raccolta delle pere: è difficile quantificare con esattezza il calo della produzione, ma si stima una perdita di quasi l’70% del prodotto. Già gli anni scorsi per le coltivazioni non sono stati dei migliori, tra avventi metereologici avversi ed infestazioni parassitarie ha spiegato Bosi. 

Fornendo qualche numero, il capogruppo della Lega ha precisato che la nostra è una regione chiave a livello nazionale nel settore primario e specialmente per la coltura delle pere: in Emilia Romagna si contano circa 5mila aziende agricole in questo comparto, e si coltiva quasi il 70% delle pere italiane.

“Tanti modenesi sono imprenditori agricoli e ogni giorno si rimboccano le maniche per fornire al paese prodotti di ottima qualità: non possono essere abbandonati nei momenti di difficoltà. Per questo chiediamo alle istituzioni di dare loro ascolto e risposte e di fare il possibile per supportarli con agevolazioni fiscali, esoneri contributivi e ristori. Bisogna agire e anche rapidamente, perché purtroppo la natura non attende: se non arriveranno subito gli aiuti richiesti i coltivatori si vedranno costretti ad espiantare i pereti e allora la perdita sarà davvero irreversibile, con tutti i danni che ne conseguirebbero in termini di indotto e manodopera negli anni a seguire” ha proseguito Bosi. 

“Noi del gruppo Lega – ha concluso – ci uniamo agli agricoltori modenesi ed emiliano romagnoli: vogliamo farci da portavoce della loro categoria, sostenere la loro causa e tentare di salvare la pericoltura locale e tutte le preziose varietà nostrane”.