INTERROGAZIONE LEGA: "RIASSETTO BANCARI E PROBLEMI AFFIDAMENTO PME"


22 Mar

Premesso che: 

Le cronache giornalistiche di questi giorni hanno messo in evidenza la notizia dell’imminente cambio al vertice della BPER (Banca Popolare dell’Emilia Romagna), Unipol,  azionista di maggioranza, ha annunciato che proporrà il nome dI Piero Luigi Montani per la carica di AD al posto di Alessandro Vandelli, la nomina ufficiale dovrebbe avvenire nella prossima Assemblea dei soci, prevista il 21 aprile. Nessuno degli attuali membri del Consiglio di Amministrazione dovrebbe essere ricandidato, sempre stando alle dichiarazioni di Unipol. Questo importante avvicendamento sembra andare nella direzione di un avvicinamento al Banco Popolare di Milano, direzione già indicata da tempo sulla stampa specializzata, la fusione tra i due istituti di credito porterebbe alla creazione del terzo polo bancario nazionale, dopo Intesa San Paolo ed Unicredit.

Considerato che 

La nostra preoccupazione riguarda il ruolo fondamentale che i due istituti di credito svolgono nell’affidamento di molte piccole e medie imprese che fanno parte del tessuto socio-economico della nostra Provincia, anche nel passato altre fusioni bancarie hanno portato ad una contrazione complessiva del credito alle imprese, soprattutto per le aziende che beneficiavano di un fido presso entrambi gli istituti di credito che hanno dato vita ad un nuovo soggetto giuridico. Nella attuale situazione economica, dove le PME di molti settori stanno soffrendo per gli effetti delle restrizioni in vigore per il contenimento del Coronavirus, una riduzione complessiva del monte fidi sarebbe un colpo forse mortale per molte di loro, con effetti nefasti anche sul lato dell’occupazione.

Si interroga l’Amministrazione comunale per sapere: 

Sono al corrente di quanto sta accadendo e se faranno passi necessari presso BPER per tutelare le aziende del nostro territorio, fermo restando l’autonomia dell’Istituto di Credito rispetto alle scelte politiche.

Beatrice De Maio