Lega: svolta green con la metrotranvia “Nel Recovery Plan un’opportunità di finanziamento”


16 May

Alberto Bosi, capogruppo consiliare di Lega Modena, ed altri esponenti dell’opposizione riportano l’attenzione sul progetto di realizzazione della metrotranvia. La maggioranza si spacca, PD contro mentre Sinistra per Modena e i Verdi si astengono

Ancora una volta la maggioranza in consiglio comunale boccia una proposta costruttiva delle opposizioni per la città ma lo fa spaccandosi. PD da una parte, Sinistra per Modena e i Verdi dall’altra! “A nostro avviso a Modena serve una svolta green: un reale cambio di passo che riduca concretamente l’elevato livello d’inquinamento che contraddistingue il nostro territorio, e che permetta di puntare sul trasporto pubblico locale rendendolo più efficace ed appetibile. Per questo siamo convinti che la proposta relativa alla realizzazione di una linea metrotranviaria non possa restare ferma al palo ulteriormente. È ora di reperire le risorse necessarie attraverso il ricorso a finanziamenti statali ed europei, in primis quelli del Recovery Fund”. La pensa così Alberto Bosi, capogruppo consiliare di Lega Modena, in merito al progetto della metrotranvia, dicendosi contento di aver collaborato con gli amici dell’opposizione per stilare la mozione sul tema; mozione che peraltro in consiglio comunale aveva ricevuto consensi e plauso, ma che tuttavia aveva sollevato la questione dei costi, di fatto bloccando tutto. Si tratta di un intervento fondamentale per Modena” ha rimarcato Bosi “con un piano di realizzazione di due linee metropolitane di superficie già ben delineato e cantierabile in tempi brevi. Inutile dire che un provvedimento come questo non solo consentirebbe un forte sviluppo del trasporto pubblico locale - consentendo di collegare diversi punti chiave della città con frequenze adeguate, velocità notevole e fermate ravvicinate - ma che risolverebbe in misura sostanziale e decisiva i problemi di mobilità cittadina e d’inquinamento, con conseguenti ricadute positive sull’ambiente e sulla salute dei modenesi”. Credendo fermamente nel progetto, il Movimento 5 Stelle, Lega Modena e il resto del centrodestra hanno dunque riportato l’attenzione sul tema con un ordine del giorno urgente per sollecitare il Sindaco e la Giunta ad attivarsi immediatamente con qualsiasi iniziativa politica e amministrativa per poter accedere ai finanziamenti previsti dal Recovery Plan.Modena da questo punto di vista partirebbe sicuramente in vantaggio rispetto ad altre città che potrebbero farne richiesta, dal momento che il programma di lavoro è praticamente già pronto. Peraltro, oltre ai contributi europei si potrebbero richiedere risorse statali come hanno fatto Modena e Reggio, dove le linee metrotranviarie sono in corso di costruzione” ha fatto notare il capogruppo leghista