Meno tasse per alleviare il peso dell’emergenza: Lega Modena appoggia Rete Imprese Italia


07 Dec
07Dec

“Pieno sostegno a Rete Imprese Italia: la situazione è eccezionale ed eccezionali devono essere le misure di sostegno economico, specialmente a chi più è stato colpito da questa crisi. Crediamo dunque giusto alleviare il peso dell’emergenza che grava sulle imprese del commercio e dell’artigianato messe in ginocchio dalle misure del governo, riducendo le tasse previste per il 2021 come chiesto dall’unione delle maggiori associazioni di categoria”. 

È arrivato forte e chiaro ad Alberto Bosi, capogruppo consiliare di Lega Modena, il grido d’allarme della sigla che riunisce Confesercenti, Cna, Confcommercio e Lapam, tanto da spingerlo ad unirsi a loro dimostrando completa solidarietà alle richieste avanzate in questi giorni alle istituzioni dell’intera provincia. “Visto il protrarsi della chiusura delle attività servono manovre di defiscalizzazione che riducano una pressione fiscale ormai insostenibile; date le circostanze rinvii e proroghe non bastano: significherebbe soltanto rimandare un problema che comunque più avanti si ripresenterebbe in misura maggiore. Bisogna dare respiro ai lavoratori dei vari settori che boccheggiano a causa dei provvedimenti stringenti imposti con i DPCM”. 

Lega Modena dunque concorda a pieno con Rete Imprese sulla necessità di cancellare almeno per il prossimo anno la riscossione di alcuni tributi e di valutare interventi mirati a tutela delle aziende più in difficoltà. “Come le associazioni di categoria diciamo no a Tosap, Cosap e tassa di soggiorno, e sì al ricalcolo della Tari sulla base dell’effettiva produzione di rifiuti; riteniamo anche doveroso dare loro ascolto nella richiesta di riduzione della burocrazia – terribile morsa da allentare, peraltro cosa su cui insistono da tempo – e di omogeneizzazione dei regolamenti. Giuste anche le considerazioni sul tema del nuovo Codice degli appalti quale strumento indispensabile per coinvolgere nei cantieri pubblici imprese locali” ha affermato Bosi a nome dell’intero gruppo consiliare. 

“Noi della Lega ci teniamo a ribadire che siamo al fianco delle piccole e medie imprese del territorio, a cominciare da quelli maggiormente in difficoltà, di cui porteremo le rivendicazioni al cospetto di un’Amministrazione che sembra ignorarne i bisogni. Crediamo che nel corso di quest’anno drammatico non si sia fatto abbastanza: a Modena, ad esempio, il Comune si è limitato a spostare le rate di diverse imposte locali - come quelle relative alla pubblicità e all’occupazione di aree pubbliche - ma non ha sospeso l’aumento dell’addizionale Irpef, nonostante la nostra contrarietà. Servono manovre forti, fuori dall’ordinario che dimostrino davvero la volontà politica di salvare il tessuto socio-economico del territorio, e la Lega si Unisce a Rete Imprese nel fare il possibile per ottenerle”.


Segreteria Lega Modena per Salvini Premier