Tolti i paletti dalla ciclabile di via Indipendenza: “Il PD conferma la politica del fare e disfare”


16 Dec
16Dec

“Come volevasi dimostrare: il PD ha tolto i paletti dalla ciclabile di via Indipendenza che tanto avevano fatto discutere, confermando così il suo modus operandi del “fare e disfare” tanto inutile quanto costoso”. Ha commentato così Alberto Bosi - capogruppo consiliare di Lega Modena - l’ennesimo spreco di soldi pubblici ad opera del Partito Democratico, che aveva dato inizio alla contestata vicenda facendo installare sul percorso di Modena Est i dissuasori di velocità (mai chiesti dai cittadini), per poi toglierli a seguito delle critiche ricevute da più parti.

“Si sapeva già come sarebbe andata a finire: per non creare divisioni interne al partito e per non perdere consenso, il Sindaco ha eseguito il contrordine arrivatogli dal distaccamento di Modena Est, facendo disinstallare una delle due file di paletti, e cancellando con un colpo di spugna il malcontento di residenti e associazioni. Un doppio intervento urbanistico che conferma - come previsto - l’incapacità del PD e la sua incoerenza, le cui conseguenze ricadono naturalmente sui cittadini” ha continuato Bosi. “I costi infatti sono a carico del Comune, e dunque dei contribuenti che a maggior ragione in un periodo di crisi come quello attuale preferirebbero non vedere i propri soldi sprecati in questo modo. Non credo che il PD si renda conto di quanto la sua politica schizofrenica stia costando cara ai modenesi, così come non penso di dover essere io a far notare quanto questo modus operandi sia indice di incompetenza. Dovrebbe essere il buonsenso a guidare l’iter di decisione e realizzazione di interventi come questo: si dovrebbero valutare attentamente tutti gli aspetti implicati, dallo scopo ai benefici, dagli svantaggi ai pareri degli interessati: dall’esito della vicenda sembra che non sia stato fatto nulla di tutto ciò”.

Il consigliere ha poi ribadito le convinzioni di tutto il gruppo Lega, secondo cui il Comune dovrebbe seriamente impegnarsi a rispondere alle reali esigenze dei modenesi, e a favorire gli spostamenti di ciclisti e pedoni con scelte ponderate e di reale utilità, impiegando diversamente le risorse economiche a disposizione, come ad esempio per interventi di manutenzione del manto stradale o di ripristino della segnaletica.


Segreteria Lega Modena per Salvini Premier